Devi vendere il tuo appartamento prima di comprare casa? Ci pensiamo noi

Chi decide di acquistare un appartamento nel nuovo complesso di Breme 26, in zona Portello, a Milano, non sceglie solo di trasferirsi in uno stabile realizzato con tecnologie all’avanguardia, all’interno di un quartiere in forte espansione. I futuri condomini possono anche contare su un programma di pagamenti personalizzato, che prevede particolari condizioni per chi deve vendere il proprio appartamento prima di comprare la nuova casa.

 

UN PROGRAMMA PERSONALIZZATO 

“Per chi deve vendere e successivamente acquistare abbiamo studiato un programma ad hoc, con la possibilità di gestire direttamente la vendita dell’immobile esistente”, spiega il geometra Matteo Perrucci, titolare dell’agenzia MP House, che collabora con la società costruttrice di Breme 26. “Ci sono alcune differenze sostanziali con la permuta tradizionale: questo istituto prevede infatti che il costruttore acquisisca l’immobile (con o senza conguaglio), il cui valore può conoscere però un deprezzamento fino al 30%. Questo perché nel caso della permuta la vendita della casa esistente dovrà avvenire a ridosso della consegna della nuova costruzione, quindi anche in condizioni di mercato che al momento della permuta non sono definite a priori poichè nel periodo che intercorre tra la costruzione e la reale consegna infatti il mercato dell’usato potrebbe essere oggetto di alcune variazioni di prezzo a differenza del nuovo che ha un mercato più stabile”, sottolinea Perrucci.

 

VENDERE NEL MOMENTO GIUSTO

Con il programma di pagamento personalizzato studiato per Breme 26, invece, “l’immobile da vendere rimane nella disponibilità del proprietario, che quindi può decidere di metterlo in vendita alle condizioni migliori, concordate con l’agenzia al fine di non sopravvalutare il bene e, comunque, alla cifra corretta di mercato. In questo modo evitiamo che l’immobile venga deprezzato, permettendo al venditore di ottenere il massimo dalla transazione, e allo stesso tempo gli diamo la possibilità di acquistare il bene in nuova costruzione”.

 

L’IMPORTANZA DI UNA STIMA CORRETTA DEL VALORE DELL’IMMOBILE

I vantaggi del programma personalizzato studiato per Breme 26 non si fermano qui: “Noi svolgiamo questa attività da oltre 20 anni e siamo rilevatori ufficiali della Fimaa, la federazione italiana dei mediatori e degli agenti di affari: grazie a questa qualifica siamo in grado di effettuare una stima corretta ed estremamente verosimile del valore dell’immobile”, spiega Perrucci. “Questo consente al cliente di conoscere con esattezza la cifra di cui può disporre, evitando che incorra in errore a causa di una sopravvalutazione, come a volte accade quando si affida l’incarico di vendere a un’agenzia qualsiasi. Noi invece agiamo nell’interesse dell’acquirente ma anche in quello della società costruttrice e garantiamo una relazione costruttiva tra le due parti: quello che vogliamo evitare è che il cliente – come purtroppo capita in alcune circostanze – venga ammaliato dalla supervalutazione del suo immobile fornita dall’agenzia, e si ritrovi, al momento di rogitare il nuovo acquisto, con una disponibilità effettiva minore, e quindi in una situazione di difficoltà”, osserva il geometra.

GESTIRE AL MEGLIO LE TEMPISTICHE DEI DUE ROGITI 

Inoltre, “con la nostra attività riusciamo a gestire al meglio le tempistiche dei due rogiti, quello di vendita e quello di acquisto: tra le due pratiche va trovato il corretto equilibrio per garantire il passaggio da un immobile all’altro ed evitare che il cliente si trovi di fronte a situazioni di difficoltà”, fa sapere Perrucci. “Conoscendo nel dettaglio i tempi di consegna riusciamo con facilità a impostare delle date precise per i rogiti, per far sì che il processo avvenga nella massima serenità e fluidità”.

Richiedi informazioni